Archivi tag: vvf

FESTA DEI NONNI ALLA RSA ZIROTTI

FESTA DEI NONNI ALLA RSA ZIROTTI

Nel pomeriggio di Lunedi 1, abbiamo festeggiato con gli ospiti della RSA Zirotti di Sale Marasino, la festa dei nonni.

Una bella giornata in compagnia dei nostri nonni e dello staff, sempre disponibile.

La giornata si è conclusa con un’ottima apericena con musica live e dei buonissimi  cupcake, ringraziamo la RSA che ci permettere di partecipare a queste belle iniziative

festa dei nonni vigili del fuoco sale marasino festa dei nonni vigili del fuoco sale marasino festa dei nonni vigili del fuoco sale marasino

ARRIVA IL FREDDO, HAI PULITO LA CANNA FUMARIA?

INCENDIO TETTO VIGILI DEL FUOCO SALE MARASINO

Rischio Incendio.

Il legno è ancora un valido combustibile e come tale continua ad essere impiegato anche per il riscaldamento dei nostri ambienti di vita. Con l’approssimarsi della stagione fredda il bisogno di riscaldarsi induce ad accendere il fuoco ma il piacevole tepore delle fiamme che si sprigionano dalla legna che arde cela un subdolo rischio di incendio che solitamente si manifesta attraverso i condotti che servono a portare all’ esterno i prodotti della combustione: i cosiddetti camini. Senza entrare nel merito delle norme che ne regolano la costruzione che spaziano dalla EN n. 1547/1999 alla EN 14471/2005, a seconda dei materiali impiegati, vediamo come si può sviluppare un incendio di camino per utenze alimentate a legno, trucioli, cippati etc. La combustione dei solidi è caratterizzata dalla produzione di fuliggine che si deposita lungo la parete interna del camino; se non viene rimossa si accumula e, specie dopo la stagione estiva, diventa estremamente secca e può prendere fuoco nel momento in cui si utilizza il caminetto o la stufa. ll fenomeno può essere molto violento e dall’esterno il comignolo appare come una ciminiera che sbuffa fumo e faville, queste ultime possono propagare l’incendio anche a distanza. Il camino si surriscalda e se non è sufficientemente coibentato può propagare il fuoco per conduzione se a contatto ci sono sostanze combustibili; si possono anche verificare delle crepe e a questo punto gli ambienti attraversati si espongono ai fumi ed alle fiamme.

Cosa deve fare chi ha nella propria abitazione un caminetto o una stufa a legna? 

La pulizia del camino è un’operazione che va eseguita all’inizio di ogni stagione e, se occorre, anche durante. Si deve controllare l’integrità del camino su tutto il percorso e allontanare qualsiasi materiale combustibile che vi si trovi a contatto. In caso d’incendio chiamare i Vigili del Fuoco,112, in attesa del loro arrivo si può cercare di chiudere con un supporto incombustibile l’apertura del caminetto o della stufa in modo da ridurre l’apporto di ossigeno e limitare in tal modo la combustione. Controllare la tenuta del camino su tutta la sua lunghezza allontanando eventuali materiali combustibili a contatto o nelle immediate vicinanze. Non gettare acqua sul camino perché il repentino raffreddamento ne potrebbe causare la rottura. Se non si possiede un estintore a polvere l’uso dell’acqua deve essere limitato allo spegnimento dei materiali combustibili posti nelle vicinanze del camino infuocato. Attenzione, dunque, perché i danni potrebbero essere molto gravi.

SEI UN INSTALLATORE O HAI APPENA COSTRUITO O RISTRUTTURATO CASA?

NON PERDERTI QUESTO VIDEO

Litiga con la figlia e da’ fuoco alla casa


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from bresciasettegiorni

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
bresciasettegiorni.it/cronaca/carabi...

Litiga con la figlia e da’ fuoco alla casa

Ha litigato con figlia di 12 anni e, in un momento di rabbia, ha dato fuoco alla casa con dentro la bambina.

L’incendio doloso

E’ successo questa notte a Camignone, in via don Minzoni. Protagonista della vicenda è un carabiniere forestale di Iseo di 34 anni: l’uomo stava litigando con la figlia quando il diverbio è degenerato. Il militare, infatti, ha dato fuoco ai quaderni della bambina e in un attimo è scoppiato il disastro. Le fiamme si sono espanse e l’abitazione ha iniziato a prendere fuoco con dentro ancora la 12enne.

I soccorsi

Un vicino di casa, allarmato dalle fiamme e dal fumo, ha immediatamente chiamato i soccorsi. Sul posto sono giunti le ambulanze di Iseo, Rodengo Saiano e i volontari del pronto soccorso di Bornato. Il carabiniere 34enne è stato preso in custodia, ma non prima di aggredito il personale che cercava di soccorrerlo: sono in corso le verifiche per accertare il suo stato psico fisico. Sul luogo dell’incendio  i Vigili del Fuoco di Sale Marasino e Brescia, che hanno prontamente domato le fiamme, il colonnello dei carabinieri forestali e il comandante della compagnia dei carabinieri di Brescia.

Fonte: www.bresciasettegiorni.it

 

SALE IN ZUCCA, UN GRAN BEL FINE SETTIMANA

SALE IN ZUCCA, UN GRAN BEL FINE SETTIMANA

Si è appena conclusa la 35ª edizione della Sfida della Zucca a Sale Marasino, nella quale si è stabilito un nuovo record Italiano, 913 Kg.

Per noi è stato un fine settimana inteso,  di fatica, ma pieno di soddisfazioni, in cui è nata un’ ottima collaborazione con la Proloco di Sulzano che ci ha aiutato in cucina  e nel servizio.

Grazie a tutti.

Ci vediamo l’anno prossimo.

sale in zucca vigili del fuoco sale marasino sale in zucca vigili del fuoco sale marasino

L’App Where Are U attiva anche in Europa

 

SALE IN ZUCCA

sale in zucca vigili del fuoco sale marasino

Fiamme nel bosco sopra Iseo nella notte, al vaglio le cause

Fiamme nel bosco sopra Iseo nella notte, al vaglio le cause

Un rogo le cui cause sono tutte da chiarire. Un luogo impervio. Fiamme che divampano nel cuore della notte. E 500 metri quadri di area boschiva che vanno in fumo. Danni limitati solo dal tempestivo intervento delle squadre dei Vigili del Fuoco volontari di Sale Marasino e del coordinamento di Protezione civile della Comunità Montana del Sebino.

Uomini al lavoro dalla notte e impegnati dopo aver domato il rogo nella indispensabile opera di bonifica, volta a evitare che braci latenti possano dare origine a nuovi focolai.

Sul posto in mattinata sono intervenuti anche i Carabinieri Forestali per effettuare gli accertamenti e i rilievi per stabilire se dietro il rogo possa esservi l’ombra del dolo.

Fonte: www.giornaledibrescia.it

incendio boschivo iseo

LA NOSTRA CUCINA A SALE IN ZUCCA

Anche quest’anno assieme agli amici della Proloco Sulzano saremo presenti alla festa di sale in zucca!!!
Il nostro stand è posizionato dentro l’oratorio di Sale Marasino.
VI ASPETTIAMO NUMEROSI A TROVARCI,
Sabato 08/09 a mezzogiorno sarà possibile prenotare sua maestà “Lo Spiedo Bresciano” x info e prenotazioni contattare il numero indicato sulla locandina, (possibilità d’asporto)
In più la nostra cucina sarà lieta di deliziarvi tutti!!! Con primi piatti da favola, e secondi di altissima qualità come la “travaglitina” fino ad arrivare alle sardine sott’olio…di monteisola.
Per i più piccoli invece ci sarà un “menù bimbi”. Tutto da gustare!!
L’associazione Amici dei Vigili del fuoco del Sebino VI DA APPUNTAMENTO SABATO E DOMENICA 8/9 settembre
VI ASPETTIAMO NUMEROSI

festa vigili del fuoco sale marasino

 

Ritorno a Brescia per i pompieri: “Tante emozioni”

 

Ritorno a Brescia per il pompieri: “Tante emozioni”

genova ponte morandi vigili del fuoco brescia «Nel nostro lavoro cerchiamo sempre d’essere emotivamente controllati. Ma stamattina non è stato facile. Vedere l’affetto e la vicinanza non solo della città, ma dei parenti delle vittime, ci ha riempito il cuore». Salvatore Di Carlo da poco più di un’ora ha lasciato il padiglione di Genova dove sono stati celebrati i funerali di Stato per le vittime del Ponte Morandi. Al telefono è emozionato, stanco, ma disponibile, come tutti i suoi colleghi dell’Usar (Ricerca e soccorso in ambiente urbano) partiti martedì 14 agosto dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Brescia per l’emergenza crollo. Nelle sue parole c’è la sorpresa per la reazioni della gente, che negli applausi rivolti alle uniformi ha riservato un’acclamazione fragorosa ai pompieri. In rappresentanza di Brescia, alla funzione, era presente anche Marco Alberti che parla di «pelle d’oca». (…)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Fonte:www.bresciaoggi.it

Si ribaltano con la barca nella notte, paura per due ventenni

Si ribaltano con la barca nella notte, paura per due ventenni

Una nottata di quelle che decisamente faticheranno a dimenticare i due ventenni protagonisti di un ribaltamento in acqua sul lago di Iseo. Un incidente avvenuto pochi minuti prima delle due che ha fatto scattare le ricerche sulle prime rese tutt’altro che semplici dal buio che avvolgeva lo specchio d’acqua antistante la cittadina sebina.

A quanto risulta, i due ragazzi – di 20 e 21 anni – erano usciti con una piccola barca a motore quando all’improvviso qualcosa è andato storto. Il piccolo natante si è capottato – per ragioni che restano al vaglio – a circa 200 metri dal centro di Iseo in direzione di Pilzone.

Le ricerche sono scattate non appena da terra è stato lanciato l’allarme: difficile sulle prime localizzare barca e occupanti finiti in acqua, nonostante il consistente dispiegamento di uomini e mezzi dei Vigili del Fuoco, intervenuti da Sale Marasino, Montisola, Darfo e Brescia. Grazie all’intervento dal cielo dell’elisoccorso di Brescia, abilitato al volo notturno, è stato possibile individuare i due ragazzi attorno alle 2.30.

Squadre dei Vigili del Fuoco li hanno a quel punto recuperati e tratti a riva, dove sono stati affidati alle cure dei sanitari. A quanto pare sotto choc, ma in buone condizioni di salute, a parte il freddo patito nelle acque del lago certo non caldissime specie nel cuore della notte.

VIGILI DEL FUOCO SALE MARASINO BARCA RIBALTATA ISEO

TUTTE LE FOTOGRAFIE AL SEGUENTE LINK:

FONTE: www.giornaledibrescia.it