Archivi tag: sapeurs pompiers

Pietro, il pompiere che si laurea disegnando il nuovo casco


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from giornaledibrescia

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
www.giornaledibrescia.it/valtrompia-e-l...

Pietro, il pompiere che si laurea disegnando il nuovo casco

Essere volontario può servire anche a laurearsi. Per il distaccamento dei vigili del fuoco di Lumezzane la soddisfazione arriva da Pietro Gnali, laureato in design alla Laba con 110 e lode.
Nella sua tesi il giovane pompiere volontario ha rivisto, in chiave moderna e tecnologica, il casco dei vigili del fuoco.
«L’idea – racconta – è nata dall’unione dell’esperienza svolta nel distaccamento con il percorso di studi che ho intrapreso».
Tutti i dettagli nell’articolo pubblicato sul Giornale di Brescia in edicola oggi, mercoledì 7 marzo, e scaricabile anche da qui.
CASCO-VIGILI-DEL-FUOCO

PROVAGLIO D’ISEO: Monossido dalla stufetta, salvata in extremis una donna

Monossido dalla stufetta, salvata in extremis una donna

Monossido dalla stufetta, salvata in extremis una donnaIn casi analoghi spesso si racconta un finale ben più tragico. Per una volta invece la vicenda ha un lieto fine, seppur lo spavento per la protagonista della vicenda sia stato forte. La tragedia è stata sfiorata all’alba di ieri, sabato 3 marzo, all’interno di un’abitazione di via Fosche a Provaglio d’Iseo.

Erano le 5:30 del mattino quando un’anziana donna si è svegliata accusando malessere tipico da intossicazione. La donna ha avuto la prontezza e la forza di prendere il telefono e chiamare il 112 prima di perdere i sensi, e ciò le ha salvato la vita. Una volta che i sanitari, partiti da Iseo, sono giunti nell’abitazione, la donna è stata prelevata e trasportata d’urgenza al più vicino ospedale, la Clinica San Rocco di Ome.

Nel frattempo i Vigili del fuoco partiti da Sale Marasino hanno constatato il problema e la causa delle esalazioni, mettendo in sicurezza l’abitazione.

FONTE:
 http://www.bresciatoday.it/
POTREBBE INTERESSARTI:
COS’È’ L’INTOSSICAZIONE DA MONOSSIDO DI CARBONIO

Tetti e camini in fiamme, ecco come prevenire gli incendi

Tetti e camini in fiamme, ecco come prevenire gli incendi

Sono in media 300 ogni anno nella nostra provincia gli incendi di tetti canne fumarie, che spesso provocano danni ingenti, rendendo inagibili gli edifici e costringendo intere famiglie fuori casa. Roghi che costringono i vigili del fuoco ad interventi generalmente molto complicati e rischiosi.

Si potrebbero prevenire con adeguata progettazione e manutenzione degli impianti.

Guarda il servizio di Teletutto o leggi tutto l’articolo nel link seguente:

 

 

Nasce in Università la formula che previene gli incendi dei tetti

Nasce in Università la formula che previene gli incendi dei tetti

Il progetto nasce nella Facoltà di Ingegneria di Brescia dalla collaborazione tra la ricercatrice Mariagrazia Pilotelli, Davide Luscietti e il Centro studi di Anfus ai quali si è poi aggiunta Manuela Neri, studentessa di Ingegneria Edile – Architettura alle prese con la tesi di laurea.

Come? Semplicemente incrociando sulle tabelle già pronte le caratteristiche della canna fumaria, da installare o già in sede, quelle del tetto e la temperatura che ci si aspetta. Se la casella è verde l’impianto è sicuro,

Continua a leggere nell’articolo del Giornale di Brescia.

 

#Schianto #frontale a #Erbusco, l’#automobilista era #ubriaco

#Schianto #frontale a #Erbusco, l’#automobilista era #ubriaco

 

È risultato positivo all’alcol test il conducente della Golf, che questa mattina all’alba a Erbusco si è scontrata frontalmente con un minivan Citroen.

#Schianto all’alba, quattro feriti: uno è grave

Schianto all’alba, quattro feriti: uno è grave

Uno schianto violentissimo. Avvenuto quando erano passati pochi minuti dalle 5 del mattino. Lungo la Provinciale XI – che in quel tratto, in territorio di Erbusco, prende il nome di via Iseo.

Leggi l’articolo del Giornale di Brescia

 

LEGGI ANCHE:

#Schianto #frontale a #Erbusco, l’#automobilista era #ubriaco

incidente-stradale-erbusco-vigili-del-fuoco-salemarasino

#Puff, la #superspugna che assorbe #olii , #nafta e #gasolio

Puff, la superspugna che assorbe olii , nafta e gasolio

«Una buona fetta degli sversamenti – spiega Del Grande – sono idrocarburi. Avevamo bisogno di un prodotto performante ed economico. Il vantaggio della spugna Tes1t è non solo che è leggera e molto assorbente, ma è anche riutilizzabile. Una soluzione ottimale, visto che con poco materiale possiamo garantire una pluralità di interventi».

 

Fuoco in strada, l’ombra del dolo dietro il rogo dell’auto

Fuoco in strada, l’ombra del dolo dietro il rogo dell’auto

Una Lancia Y è stata distrutta dalle fiamme nella tarda serata di ieri a Provaglio d’Iseo. Dietro l’episodio, alla luce di quanto rinvenuto, vi sarebbe l’ombra del dolo.

#Incendi #boschivi, è il momento di fare attenzione

Incendi boschivi, è il momento di fare attenzione

Nel 2017 episodi più che raddoppiati. Arriva il periodo più delicato. Ecco alcune regole da seguire, spiegate da i Carabinieri Forestali e dai Vigili del Fuoco.

I SOCIAL MEDIA E IL SOCCORSO

I SOCIAL MEDIA E IL SOCCORSO

I SOCIAL MEDIA E IL SOCCORSO

“Schaulustige”, un cortometraggio sponsorizzato dalla Sparkasse Osnabrück, è un progetto cinematografico con i vigili del fuoco volontari Osnabrück, l’associazione civica desert e.V. ei registi Elena Walter e Emanuel Zander-Fusillo del Blickfänger GbR.
#seikeingaffer
Il film è un’accresciuta consapevolezza dell’opinione pubblica sul tema “spettatori in un’operazione di salvataggio”.

Tre giovani adulti superano un vigile del fuoco in un grave incidente stradale. Escono, si avvicinano all’incidente e scattano delle foto pubblicandole su internet. Istigati dalla loro curiosità e dalle reazioni della rete, continuano ad avvicinarsi alla scena dell’incidente, per poter fare foto ancora più spettacolari. Ciò che inizia come un gioco innocuo sta diventando sempre più un eccesso, che porta all’ostruzione del lavoro dei soccorritori.